unionevaldera@postacert.toscana.it
Unione Valdera

Bientina | Buti | Calcinaia | Capannoli | Casciana Terme Lari | Chianni | Fauglia | Palaia | Pontedera


Username:[]
Password:[]
[]

Coronavirus. Da oggi 15 marzo fino al 6 aprile le nuove misure del Decreto Pasqua. Consulta anche le faq aggiornate del Governo

15-03-2021   

 

Decreto Legge 13 marzo 2021, n. 30 approvato il 12 marzo dal Consiglio dei ministri e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 13 marzo

Da oggi 15 marzo e fino al 2 aprile, e nella giornata del 6 aprile 2021, l'Italia sarà rossa e arancione (ad eccezione delle zone che si trovano in zona bianca).

Nelle giornate del 3,4 e 5 aprile tutte le regioni italiane (ad eccezione sempre di quelle che in quel periodo dovessero trovarsi in zona bianca) si applicheranno le restrizioni previste per le zone rosse.

Nei giorni festivi, rossi per tutta l'Italia, gli spostamenti saranno consentiti solo in ambito regionale, una volta al giorno e dalle 5 alle 22 verso una sola abitazione privata per far visita ad amici e parenti.

Ci si potrà spostare come sempre al massimo in due adulti, esclusi i figli minori di anni 14 e le persone disabili o non autosufficienti conviventi.

Da lunedì 15 marzo e fino al 2 aprile e nella giornata del 6 aprile, le regioni in zona gialla diventeranno arancioni con conseguente divieto di uscire dal territorio comunale, chiusura di bar e ristoranti per il servizio al tavolo (l'asporto sarà sempre ammesso nei ristoranti fino alle 22 e nei bar fino alle 18), chiusura totale di musei e luoghi di cultura. Ci si potrà spostare, solo in ambito comunale, per far visita ad amici e parenti con i noti limiti di orario e di persone.

Nelle zone dove l'incidenza dei contagi sarà superiore a 250 casi settimanali ogni 100 mila abitanti (e dove i governatori possono già disporre la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado) da oggi e ininterrottamente fino al 6 aprile si applicheranno le misure della zona rossa, inasprite dal DPCM 2 marzo 2021. Quindi non saranno più consentite le visite ad amici e parenti nemmeno sul territorio comunale, così come gli spostamenti dai comuni con meno di 5.000 abitanti entro un raggio di 30 km. In zona rossa, oltre a bar e ristoranti, chiuderanno i negozi e, tra i servizi alla persona, anche barbieri e parrucchieri.

Le regioni dovranno comunicare giornalmente al ministero della salute il numero di tamponi effettuati sulla popolazione. La cabina di regia dovrà verificare che siano numericamente congrui in relazione al livello di circolazione del virus a livello locale.

 

Consulta le nuone faq aggiornate dal Governo  Sezione delle FAQ

Consulta le slides predisposte da Anci

Tags: -