unionevaldera@postacert.toscana.it
Unione Valdera

Bientina | Buti | Calcinaia | Capannoli | Casciana Terme Lari | Fauglia | Palaia | Pontedera

Inizio attività accompagnatore turistico - NOVITA'

Individuazione contrai/espandi

E' accompagnatore turistico chi, per professione, accompagna singole persone o gruppi durante viaggi attraverso il territorio nazionale od estero per curare l'attuazione dei programmi di viaggio e assicurare i necessari servizi di assistenza per tutta la sua durata, fornendo significative informazioni di interesse turistico sulle zone di transito, al di fuori dell'ambito di competenza delle guide turistiche. L'attività di accompagnatore turistico non può essere subordinata all'obbligo di autorizzazioni preventive, al rispetto di parametri numerici e a requisiti di residenza, fermo restando il possesso dei requisiti di qualificazione professionale previsti dalle normative regionali. Ai soggetti in possesso del requisito professionale non può essere negato l'esercizio dell'attività di accompagnatore turistico, Il SUAP, accertata l'esistenza dei presupposti e requisiti di legge, provvede, ai fini della tutela dell'utente, al rilascio di una tessera di riconoscimento con fotografia secondo il modello indicato dal dirigente della competente struttura regionale.In caso di cambiamento di residenza, il Comune che abbia ricevuto la Segnalazione Certificata di Inizio Attività trasferisce gli atti relativi a questa al nuovo Comune di residenza.La prosecuzione dell'attività professionale di accompagnatore turistico è impedita dal Comune qualora l'interessato perda uno dei requisiti richiesti per l'esercizio dell?attività. In tal caso è ritirata la tessera di riconoscimento.

Requisiti contrai/espandi

La Legge regionale 18 maggio 2018 n. 24 “Disposizioni in materia di sistema organizzativo del turismo, strutture ricettive, locazioni e professioni turistiche. Modifiche alla L.R. 86/2016”, entrata in vigore il 09 giugno 2018, ha previsto il superamento dell'esame del corso di qualificazione previsto dall'art. 117 come requisito per l'esercizio dell'attività di accompagnatore turistico.

Pertanto, dal 9 giugno, per ottenere il patentino, OLTRE al titolo di studio (o frequenza del corso di abilitazione) sarà necessario il superamento dell'esame.

Inoltre con L.R. 3/2019 

 Si riporta la nuova formulazione dell'articolo 115 della Legge Regionale 86/2016 – Codice del Turismo:

Art. 115 - Esercizio della professione

1. Nelle more della definizione da parte dello Stato dei requisiti per lo svolgimen to della professione di accompag natore turistico, per l'esercizio della stessa è necessario il possesso dei seguenti requisiti:

a) uno tra i seguenti requisiti di istruzione e formazione

1) uno dei titoli di studio indicati nel regolamento e superamento dell’esame di cui all’articolo 117;

2) abilitazione all'esercizio della professione conseguita mediante la frequenza dei corsi di qualificazione professionale e il supera m e n to dell'esa m e di cui all'articolo 117;

3) abilitazione all’esercizio della professione conseguita in altra regione;

b) assenza di condanne con sentenza passata in giudicato che comportino l’interdizione, anche temporanea, dall’esercizio della professione, salvo che sia intervenuta la riabilitazione o che siano decorsi cinque anni dal giorno in cui la pena è stata scontata o che, con sentenza passata in giudicato, sia stata concessa la sospensione condizionale della pena.

2.L'esercizio della professione di accompagnatore turistico è soggetto a SCIA da presentarsi, esclusivamente in via telematica, allo SUAP competente per il territorio nel quale si intende iniziare l'attività.

3. Il comune, accertata l'esistenza dei presupposti e requisiti di legge, provvede, ai fini della tutela dell'utente, al rilascio di una tessera di riconoscimento con fotografia secondo il modello indicato dal dirigente della competente struttura della Giunta regionale.

4. La cessazione dell'attività di accompagnatore turistico è soggetta a comunicazione da presentare allo SUAP a cui è stata presentata la SCIA.

5. L’esercizio della professione da parte dei cittadini di altri stati membri dell’Unione europea è soggetto alle disposizioni di cui al d.lgs. 206/2007

 Tale previsione si ritrova anche nel DPGR 7 agosto 2018, n. 47/R “Regolamento di attuazione della legge regionale 20 dicembre 2016 n. 86”, all'art. 59 “Titoli di studio per l’accesso diretto all’esame di abilitazione per accompagnatore turistico”, che si riporta:

Art. 59 - Titoli di studio per l’accesso diretto all’esame di abilitazione per accompagnatore turistico ( art. 3, c. 1, let. s) della l.r. 86/2016:

1. Nelle more della definizione da parte dello Stato del profilo professionale di accompagnatore turistico, i titoli di studio che consentono di accedere all’esame di abilitazione per accompagnatore turistico senza ’obbligo di frequentare i corsi di qualificazione professionale sono:

a) diploma di istituto tecnico per il turismo;

b) diploma di liceo linguistico;

c) laurea in scienze del turismo ;

d) laurea in lingue e culture moderne;

e) laurea in mediazione linguistica;

f) laurea in lettere;

g) altro titolo di studio, ritenuto equivalente a quelli sopra indicati dalle competenti autorità o dall’amministrazione procedente.

Requisiti morali

Assenza di condanne con sentenza passata in giudicato che compor tino l’interdizione, anche temporanea, dall’esercizio della professione , salvo che sia intervenuta la riabilitazione o che siano decorsi cinque anni dal giorno in cui la pena è stata scontata o che, con sentenza passata in giudicato, sia stata concessa la sospensione condizionale della pena.

Requisiti per i cittadini extracomunitari

Possono esercitare l’attività di accompagnatore turistico in Toscana i cittadini italiani o di altri stati membri dell’Ue non residenti in Toscana che risultano autorizzati all’esercizio della professione ai sensi della legislazione dello
Stato di appartenenza o della legislazione regionale in materia.

I cittadini extracomunitari devono essere in possesso di un permesso di soggiorno, in corso di validità, che consenta l'esercizio di lavoro autonomo in Italia, secondo le vigenti normative.I permessi di soggiorno validi a tal fine sono i seguenti: permesso di soggiorno per lavoro autonomo; permesso di soggiorno per lavoro subordinato; permesso di soggiorno per inserimento nel mercato del lavoro; permesso di soggiorno per motivi familiari o ricongiungimento familiare; permesso di soggiorno per integrazione nei confronti dei minori che si trovino in particolari condizioni (art. 32 c. 1 bis e ter del T.U. in materia di immigrazione, D. Lgs. N. 286/1998) con parere favorevole del Comitato dei minori stranieri; permesso di soggiorno per ingresso al seguito del lavoratore; permesso di soggiorno per motivi umanitari; permesso di soggiorno per attesa occupazione; permesso di soggiorno per motivi straordinari (art. 5 c. 6 L. n. 40/1998).

Riferimenti normativi:

Legge regionale 18 maggio 2018 n. 24 “Disposizioni in materia di sistema organizzativo del turismo, strutture ricettive, locazioni e professioni turistiche. Modifiche alla L.R. 86/2016”, 

Legge regionale 20 dicembre 2016, n. 86 “Testo unico del sistema turistico regionale”.

DPGR 7 agosto 2018, n. 47/R “Regolamento di attuazione della legge regionale 20 dicembre 2016 n. 86”

d.lgs. 206/2007 per l'esercizio della professione da parte dei cittadini di altri stati membri dell'unione Europea

dlgs 25.07.1998 n. 286; l 6.03.1998 n. 40; dpr 31.08.1999 n. 394per l’esercizio della professione da parte dei cittadini extracomunitari

Cosa serve contrai/espandi

Come si avvia l'attività: 

Modalità di presentazione della praticala presentazione della pratica per il rilascio del patentino al SUAP, dovrà avvenire in modalità telematica attraverso il sistema regionale STAR, a cui si accede dal sito www.suapvaldera.it> avvia >la tua pratica>invia pratica on Line> CATEGORIA 79.90.3R - ACCOMPAGNATORI TURISTICI.

Dovendo rilasciare l'Ufficio un tesserino cartaceo, si richiede di presentare due foto tessera direttamente presso la sede dell'Unione Valdera  in Pontedera Via B. Partigiane, 4.

 

Altre informazioni utili

Sul sito web della Regione Toscana www.regione.toscana.it, seguendo il percorso “Cittadini/Turismo/Esami di certificazione professioni: accesso dei candidati esterni” si può trovare un approfondimento circa le disposizioni per la partecipazione di candidati esterni agli esami di certificazione dei percorsi di formazione per l'abilitazione a svolgere professioni normate da legge, oltre ai referenti territoriali per informazioni specifiche sui corsi e le sessioni di esami.

Per il link diretto, clicca qui.